In una società che non lascia spazio ad alcun cedimento, improntata a efficienza e successo, parlare di dolore è molto difficile. Mentre di fronte alla malattia non si esita a rivolgersi al medico, di fronte al dolore cronico la tendenza è quella di arrendersi, intervenendo solo per risolverne le fasi acute. Sono ormai aperti nuovi orizzonti e accese incoraggianti speranze per chi soffre, a patto di scendere in campo con una strategia di cura vincente e mirata. Grazie a un linguaggio accessibile e accattivante, il lettore viene gradualmente avvicinato al concetto di Medicina del Dolore. Come un filo di Arianna, il testo guida alla conoscenza delle più comuni patologie causa di dolore cronico: vengono indagati i meccanismi che lo alimentano e raccolti gli indizi presenti per renderlo inoffensivo con strategie terapeutiche adeguate, che devono rispettare l’individualità anche emotiva di ogni paziente. Il successo della cura consente di riconquistare una buona qualità di vita, allontanando le insidie della cronicità.