Il composto astaxantina CDX-085, sviluppato da Cardax, si è dimostrato capace di aumentare notevolmente l’espressione del gene FOX03 in un modello animale condotto sui topi.

Questo gene attivato dall’astaxantina (FOX03) è anche chiamato ‘Gene della Longevità

Gli studi attuali sono stati limitati ai topi per ora. La ricerca è stata sviluppata da Cardax, una società che si occupa di scienze umane insieme ad accademici della John A. Burns School of Medicine delle Hawaii. La speranza è che questi risultati possano portare ad una terapia efficace anti-invecchiamento che estenda la durata della vita degli anche per gli esseri umani.

Facciamo ora una breve descrizione dell’ astaxantina

L’astaxantina è un composto che si trova naturalmente nei frutti di mare come salmone e gamberetti. È comunemente ottenuto da alghe e krill. Numerosi studi condotti su animali mostrano che l’astaxantina minimizza l’infiammazione e i danni a fegato e cuore. Riduce anche le probabilità di un ictus e abbassa i livelli di colesterolo. Anche se non ci sono ricerche su vasta scala inerenti gli effetti dell’astaxantina sugli esseri umani, è noto che il composto riduce i trigliceridi e il grado d’infiammazione.

L’astaxantina è stata usata come principio attivo di un composto brevettato da Cardax noto come CDX-085. Questo composto porta grandi quantità di astaxantina nel torrente circolatorio grazie ad un migliore assorbimento. Studi su modelli animali mostrano che il CDX-085 riduce i trigliceridi, il rischio di trombosi aterosclerosi di oltre il 70 per cento.

A proposito della ricerca

Ogni essere umano ha il gene FOX03 che protegge contro l’invecchiamento. Tuttavia, solo uno su tre individui ha la versione del gene attivata che è direttamente legata alla longevità. Se il gene viene attivato in tutti gli esseri umani, può essere funzionale alla longevità complessiva. Gli scienziati sopra citati hanno scoperto che l’astaxantina attiva questo gene.

Questo studio è stato il primo del suo genere sviluppato per determinare il potenziale dell’astaxantina rispetto l’attivazione del gene FOX03. Alcuni dei topi dello studio sono stati alimentati alte e basse dosi di astaxantina CDX-085, mentre altri sono stati alimentati con cibo normale. Quelli nutriti con quantità significative di astaxantina CDX-085 hanno goduto di un 90 percento di attivazione del FOX03 nel loro tessuto cardiaco.
Perché questa ricerca conta

Questo studio è stato acclamato come innovativo poiché sottende l’idea che l’astaxantina possa essere utilizzata per combattere il processo d’invecchiamento e prolungare la vita umana. E ‘anche interessante notare che la ricerca è stata possibile grazie alla collaborazione tra un’istituzione accademica finanziata con fondi pubblici e una società privata. Questo è un esempio del tipo di lavoro di squadra tra governi e industria privata che sarà necessario per far progredire la condizione umana nel prossimo futuro.

(Posted on March 29, 2017, 6 a.m. in Longevity)